RX Torace

Radiografia del torace

La radiografia del torace permette di visualizzare bene i polmoni, insieme con la forma e le dimensioni del cuore; meno precisa è la valutazione dell’arteria polmonare. Durante la radiografia il paziente sta in piedi tra un pannello ed una lastra fotografica, su cui verrà impressa e sviluppata l’immagine. Normalmente sono necessarie due diverse proiezioni del torace. In particolar modo si ricorre ad una proiezione postero-anteriore e ad una latero-laterale. La radiografia del torace è il risultato dell’attraversamento del corpo da parte di raggi X. Il risultato di una radiografia è un radiogramma, in cui le parti più scure o radiotrasparenti (colore nero) sono quelle con il maggior contenuto di aria, mentre le aree più tendenti al bianco o radiopache sono quelle occupate dagli organi (cuore, vasi sanguigni, ecc.) o da strutture con una maggiore densità rispetto all’aria.

La radiografia del torace può rivelare anomalie del cuore e dei polmoni che sono presenti nell’IP. Essa può anche fornire indizi su altre cause del senso di affanno che non sono collegate all’IP, come la fibrosi polmonare.

Tuttavia, molti pazienti con IP in fase iniziale hanno una radiografia del torace normale. In questo caso, per stabilire con certezza la presenza di IP, è necessario fare ulteriori test. I pazienti con IP possono avere l’ombra cardiaca ingrossata in quanto il ventricolo destro si dilata. La dilatazione è conseguenza del maggiore lavoro svolto dal ventricolo destro; più precisamente il ventricolo destro è sottoposto ad un sovraccarico di pressione, per aumento de regimi pressori vigenti nel circolo polmonare. Questo aumento di volume del cuore può essere visto all’ RX del torace. Spesso il medico può anche rilevare un ingrossamento delle arterie polmonari. Tuttavia, nella fase iniziale della malattia, questi cambiamenti sono difficili da notare.